AVVISO

Dal 28 febbraio 2021 non è più consentita la registrazione al portale con nome utente e password. L’accesso è consentito solo con SPID, CNS, CIE cliccando su Accedi con SPID/Cohesion. L’accesso con nome utente e password è comunque consentito fino al 30 settembre 2021 cliccando su Accedi.

Indicazioni operative per l’avvio dei centri di soggiorno temporanei diurni per minori con un’ età compresa tra i 3 ed i 17 anni, senza pernottamento, di cui alla D.G.R. n.1326/1998.

Indicazioni operative per l’avvio dei centri di soggiorno temporanei diurni per minori con un’ età compresa tra i 3 ed i 17 anni, senza pernottamento, di cui alla D.G.R. n.1326/1998.

(c.d. attività ludico-ricreative e attività assimilabili)

Nelle more dell’approvazione di una modulistica regionale standardizzata, ed in vista di un’auspicata riforma organica del settore, lo sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di Fano, ai sensi dell’art.19 della L. n.241/1990, ha predisposto la Segnalazione certificata di inizio attività in conformità del modello A allegato alla D.G.R. n.1326/1998 “autorizzazione all’esercizio di strutture ricettive complementari, a carattere turistico sociale, riservate al soggiorno temporaneo di minori”.

La segnalazione, debitamente compilata e munita dei necessari allegati, deve essere trasmessa al SUAP competente per territorio almeno sette giorni prima dell’inizio effettivo delle attività, esclusivamente a mezzo PEC al seguente indirizzo: comune.fano.suap@emarche.it

Il dichiarante avrà cura di allegare il progetto organizzativo dell’attività coerente con le disposizioni speciali vigenti in materia di prevenzione, sicurezza, igiene e sanità pubblica, compresi protocolli covid applicabili.

Si ricorda che la disciplina di cui alla D.G.R. n.1326/1998, a cui si rimanda un’attenta lettura, ricomprende esclusivamente quelle attività turistico-sociali destinate al soggiorno temporaneo senza pernottamento e limitato nel tempo in qualsiasi stagione di minori ricompresi nella fascia di età superiore o uguale a 3 anni ed inferiore ai 18. Tali attività devono essere gestite al di fuori dei normali canali commerciali da enti, aziende pubbliche o private, associazioni, organizzazioni, enti religiosi o gruppi familiari, operanti senza fine lucro per il conseguimento di finalità sociali, culturali, assistenziali, religiose, ricreative, sportive, rivolte esclusivamente ai propri associati-affiliati.

Le segnalazioni di attività non riconducibili a quanto indicato dalla normativa suindicata non sono oggetto di competenza dello Sportello Unico Attività Produttive.

Clicca qui per la normativa e la modulistica:

DETERMINA DIRIGENZIALE

NORMATIVA VIGENTE

MODELLI

torna all'inizio del contenuto